Il condizionatore è un elettrodomestico sempre più presente nelle abitazioni domestiche. Molto utile ed apprezzato, diventa un problema nel momento in cui si tratta di smaltirlo. Le leggi sulla raccolta differenziata sono sempre più severe e le multe per abbandono o errato smaltimento di elettrodomestici crescono a vista d’occhio. Come fare quindi a liberarsi del vecchio condizionatore e a chi rivolgersi?

Cosa sono i rifiuti RAEE?

Rifiuti derivanti da Apparecchiature Elettriche e Elettroniche sono definiti per comodità con l’acronimo RAEE. Lo smaltimento di tali rifiuti è regolato dalla normativa di legge n. 65 del 2010, decreto che ha ottenuto l’approvazione del Ministero dell’Ambiente. Nel regolamento è previsto che tali dispositivi vengano ritirati dai distribuitoti e portati al centro di ravvolta della zona.
I RAEE si classificano in apparecchiature domestiche, quindi adibite ad un utilizzo prettamente privato, o professionali, quindi utilizzati negli esercizi commerciali. Ma la categoria più numerosa è costituita dagli impianti di illuminazione, circa l’80% del totale dei RAEE.

Secondo le normative invece i RAEE vengono suddivisi in 5 diversi tipi, i condizionatori sono compresi nel settore R1 insieme agli scalda acqua e i frigo. Mentre gli R2 che comprendono i grandi elettrodomestici come lavastoviglie, forno e lavatrice. In R3 vi sono la televisione e gli schermi dei pc e in R4 gli elettrodomestici di piccole dimensioni. Nell’ultimo gruppo, R5, sono compresi gli impianti di illuminazioni.

Come smaltire i condizionatori

Smaltimento CondizionatoriPer lo smaltimento dei condizionatori, quindi i RAEE di tipo R1, ci si deve affidare a professionisti che ritirano l’elettrodomestico ormai inutilizzabile evitando così la dispersione di materiale inquinante nell’ambiente. La raccolta avviene direttamente al domicilio dell’utente ed ogni parte del condizionatore viene suddivisa e riciclata in modo da avere un recupero di tutto ciò che si può riutilizzare.
Basterà contattare l’azienda preposta al ritiro degli elettrodomestici di grande misura e attendere che vengano a ritirare il condizionatore compreso il blocco motore e la ventola esterna oltre che alla parte interna e tutte le tubature collegate.

Vedi anche  Raccolta e Smaltimento Carta e Cartone a Napoli

Bisogna tenere presente che questi dispositivi potrebbero essere costituiti da alcune parti in metallo pesante o elementi come il ritardante di fiamma bromurato e alcune sostanze alogene che creano problemi all’ozono. Questi elementi sono potenziali pericoli ambientali nel caso in cui non siano trattati o smaltiti adeguatamente.
I RAEE sono trattati nel centro di raccolta che possiede adeguate attrezzature ed è autorizzato a gestire tali apparecchiature utilizzando mezzi all’avanguardia.

Come vengono smaltiti i gas fluorescenti?

Lo smaltimento dei condizionatori avviene in diverse fasi tra cui l’asportazione degli elementi che costituiscono un pericolo per l’ambiente e devono essere messi in sicurezza. Si procede a smontare ogni pezzo eseguendo una suddivisione dei materiali. Infine si recupera il materiale riciclabile tramite una particolare lavorazione meccanica.
Il processo di riciclaggio dei rifiuti elettrici ed elettronici permette di riutilizzare una notevole quantità di materiale che raggiunge quasi il 90% del condizionatore ormai dismesso. In questo modo si riduce la produzione di materiali che possono essere recuperati piuttosto che accumularsi nell’ambiente ed inquinare irrimediabilmente la natura in ogni sua parte. La nostra azienda si occupa di questa particolare lavorazione a partire dal ritiro dei condizionatori fino al recupero e lo smaltimento dei loro componenti.